Soluzioni di valore per le aziende | IPQ

News

MUD 2019

MUD 2019

Il 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 dicembre 2018 "Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno 2019."

Sul Supplemento Ordinario alla G.U. n. 45 del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 dicembre 2018 "Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno 2019."

Il modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 28 dicembre 2017 è integralmente sostituito dal modello e dalle istruzioni allegati al nuovo decreto.

Ai sensi di quanto disposto dall'art. 6 della L. 25 gennaio 1994, n. 70, la presentazione del MUD 2019 dovrà essere fatta 120 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.P.C.M. quindi la consueta data di presentazione del 30 aprileslitterà al 22 giugno 2019.

I soggetti interessati sono:

a)     Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti

  • Pericolosi
  • Non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, se l’impresa o ente hanno complessivamente più di 10 dipendenti;

b)     Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti;

c)      Soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, compreso il trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal dichiarante;

d)     Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione.

 

Si ricorda inoltre che sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché' i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

I soli produttori iniziali che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali e conferiscono soli in Italia possono presentare la Comunicazione Rifiuti semplificata. 

 

L’invio telematico del MUD dovrà essere effettuato esclusivamente tramite il portale www.mudtelematico.it.

 

L'Unioncamere provvede a predisporre, gratuitamente:

  • Prodotto informatico per la compilazione delle Comunicazioni Rifiuti, Imballaggi, Veicoli fuori uso, Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche;
  • Prodotto informatico per il controllo formale delle dichiarazioni trasmesse dai soggetti che utilizzano prodotti software diversi da quello predisposto da Unioncamere.

 

Vuoi approfondire insieme a un nostro consulente? invia una mail a ipq@ipq.it