Soluzioni di valore per le aziende | IPQ

News

Un'unica autorizzazione che racchiude fino a 7 titoli abilitativi ambientali

Nuova Autorizzazione Unica Ambientale

Dal 13 giugno 2013 è in vigore il Decreto che introduce la nuova Autorizzazione Unica Ambientale: 1 unico provvedimento, dedicato alle PMI, che potrà racchiudere fino a 7 titoli abilitativi/autorizzazioni ambientali.

Chi e quando deve chiederla?
PMI (secondo l'articolo 2 del DM 18 aprile 2005) nonchè impianti non soggetti ad AIA (Autorizzazione integrata ambientale), nel caso in cui siano assoggettati al rilascio, alla formazione, al rinnovo o all'aggiornamento di almeno uno dei seguenti titoli abilitativi:

1. Autorizzazione agli scarichi idrici
2. Autorizzazione all'utilizzazione agronomica di effluenti di allevamento, acque di vegetazione dei frantoi oleari e acque reflue provenienti da aziende (art. 112 DLgs 152/06)
3. Autorizzazione emissioni in atmosfera (art. 269  procedimento ordinario)
4. Autorizzazione emissioni in atmosfera (art. 272  in via generale)
5. Comunicazione o nulla osta in merito all'impatto acustico delle attività produttive (art. 8 c.4 o 6 L. 447/1995)
6. Autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura (art. 9 DLgs. 99/1992)
7. Comunicazione auto-smaltimento rifiuti (art. 215 DLgs 152/06) e comunicazione operazioni di recupero di rifiuti (art. 216 DLgs. 152/06).

Regioni e Province autonome ne potranno includere altri.

Come richiederla?
E' sufficiente presentare una domanda allo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) che si attiverà con l'Autorità competente.

Quanto dura l'AUA?
L'Autorizzazione Unica Ambientale ha una durata di 15 anni. Dovrà essere presentata una richiesta di rinnovo entro 6 mesi dalla scadenza della stessa.
In caso di modifica sostanziale delle attività svolte sarà comunque necessario presentare una nuova richiesta di autorizzazione.
In caso di modifica non sostanziale sarà sufficiente darne comunicazione all'autorità competente; decorsi 60 gg, se l'autorità competente non si esprime, si può procedere con la modifica.
 
Ci sono ecezioni/esclusioni?
E' fatta salva la possibilità di non avvalersi della AUA per:
- Attività soggette solo ad obbligo di comunicazione
- Attività soggette solo ad autorizzazione di carattere generale

Rimane comunque l'obbligo di presentare tali comunicazioni o istanze per il tramite del SUAP.

Norme transitorie:
I procedimenti avviati prima del 13 giugno 2013 si concludono ai sensi delle norme vigenti al momento dell'avvio del procedimento.
L'AUA può essere richiesta alla scadenza del primo titolo abilitativo da essa sostituito.