Soluzioni di valore per le aziende | IPQ

News

ISO 9001, nel 2015 la nuova norma


FOCUS SUL RISCHIO E SUL MONITORAGGIO

La pubblicazione della nuova edizione dello standard ISO 9001 è prevista per l’autunno 2015, ma è già disponibile un draft emesso dall’ International Organization for Standardization.

La nuova versione della norma consentirà una più facile integrazione con gli altri sistemi di gestione grazie alla nuova struttura comune a tutti i sistemi di gestione, all’utilizzo di terminologia comune ed a requisiti più semplici e chiari.

La nuova 9001 richiede di identificare le questioni (“issues”) interne ed esterne, le aspettative ed i bisogni delle parti interessate in modo da anticipare le aspettative dei clienti e gestire i rischi di insuccesso. A tal fine il testo enfatizza la necessità di effettuare la valutazione delle prestazioni dell’organizzazione /nte l’identificazione di indicatori di performance del Sistema di Gestione in Qualità ritenuti necessari.

La ISO 9001:2015 si presenta come uno strumento base per il controllo di tutti i rischi di un’organizzazione e non limitatamente ai rischi collegati la prodotto/servizio. Il nuovo approccio della norma riguarda l’identificazione dei rischi nei processi aziendali e le relative misure appropriate da adottare per la loro mitigazione e gestione. La nuova edizione prevede infatti che le aziende debbano individuare in ogni processo i fattori di rischio che potrebbero avere un impatto negativo sul risultato desiderato, implementando le opportune contromisure per affrontarli, prendendo come fattori ad esempio la scarsità di risorse, l'instabilità del processo ed altri fattori che possono influenzarli. Idealmente, quindi, le aziende dovrebbero analizzare i processi e valutare la misura in cui i fattori di rischio sono stati già presi in considerazione.


La norma ISO 31000 viene indicata come lo standard di riferimento per la gestione del rischio


Con la prossima versione della ISO 9001 risulta più complesso giustificare l’esclusione di un processo dallo scopo di certificazione. L’edizione 2015 non consente l’esclusione di un requisito sulla base del fatto che una funzione o un processo siano svolti da un soggetto esterno. La norma richiede ....continua a leggere.